Ultima modifica: 26 giugno 2019

I nostri progetti

Scuola Primaria

 

 

Concerto degli studenti della Scuola Secondaria di I grado dell’I.C. “Mazzini-Gallo”

Nell’ambito del programma artistico-musicale tenutosi nel corrente anno scolastico, denominato “Tutti insieme …musicalmente”, ieri pomeriggio, presso la Sala Laudamo, si sono esibiti in concerto gli studenti della scuola secondaria dell’Istituto comprensivo “Mazzini-Gallo”.

L’evento, tenutosi con il patrocinio del Teatro Vittorio Emanuele in coerenza con il nuovo progetto play the game, ha visto la partecipazione di oltre 60 giovani aspiranti musicisti divisi in due format, uno canoro e l’altro strumentale, con tastiere, strumenti a fiato ed arpe che, partendo dai repertori classici quale l’Inno alla Gioia di L. Van Beethoven, andando verso brani più vicini alle giovani generazioni quali Harry Potter di J. Williams, fino ad arrivare ai linguaggi musicali di altri popoli quali la Cueca, brano tradizionale sud-americano, che hanno coinvolto il numeroso pubblico accorso. Il tutto con la partecipazione alle arpe del duo “gemelle Sabrina e Simona Palazzolo” ed alle percussioni di Gabriele Lotta.

Il progetto, fortemente voluto dalla dirigente scolastica prof.ssa Maria Ausilia Di Benedetto, è stato curato dalle prof.sse Francesca Cangini e Anna Stracquadaini, con l’obiettivo formativo di educare all’ensemble imparando a suonare gli strumenti musicali in attività di gruppo, per potersi esprimere, collaborare, interagire e cooperare.

I ragazzi hanno mostrato, sia individualmente che collettivamente, di aver maturato nell’esecuzione una consapevolezza espressiva e formale del linguaggio musicale, centrando il raggiungimento degli obiettivi del progetto.

Soddisfazione ha espresso il sovrintendente del Teatro Gianfranco Scoglio il quale ha auspicato un sempre maggiore coinvolgimento delle scuole verso il mondo del teatro, in coerenza con il nuovo corso intrapreso dall’Ente regionale.

 

CERIMONIA DI PREMIAZIONE DEL CONCORSO A.E.D.E.

Giorno 15 maggio alle ore 11,00 nell’auditorium della scuola media Gallo si è svolta la cerimonia di premiazione del concorso “Prof. Giuseppe Tramarollo”, Ambasciatori d’Europa 2019 della ASSOCIATION EUROPEE NE DES ENSEIGNANTS – A.E.D.E. sezione italiana.

Gli studenti, guidati dalla prof.ssa Monica Pino, hanno partecipato mediante la realizzazione di un prodotto grafico, multimediale o, comunque espressivo ed hanno affrontato il seguente tema: “Gli ideali che mossero i Padri Fondatori dell’Europa ed il perché dell’urgenza del nostro impegno per la loro opera”.

Gli allievi premiati dalle prof.sse Caterina Pugliese, Presidente dell’ A.E.D.E. di Messina, e Fortunata Martino sono stati valutati sulla base dei seguenti criteri:

  • Coerenza dell’elaborato con il tema proposto;
  • Capacità di veicolare il messaggio in maniera efficace ed innovativa;
  • grado di creatività nella forma e bel contenuto proposto.

Classe 1° C: Romeo R., Morreale S., Scandurra M., Delia M., Denaro A., Bottari A., Magliozzi C., Ramirez A., Trovato F., Monforte R..

Classe 2° C: Taibi A., Fugazzotto G., De Salvo S., Cucinotta C., Bonanno B., Mondi A., Arrigo R..

Classe 3° C: Colucci G., Contarino M., Femminò F., Musumeci L.

Obiettivi del concorso:

  1. Contribuire alla maturazione nei giovani di una sempre più profonda e proficua consapevolezza della fondamentale rilevanza di alcuni obiettivi prioritari dell’attività della Europa unita (costruzione di una cittadinanza attica, mobilità professionale, ecc.), coinvolgendoli attraverso un concorso ed una premiazione;
  2. L’iniziativa, inoltre, intende stimolare i giovani a riflettere sull’Europa e sul suo futuro. Europa perchè, come e per quali fini. Una riflessione condivisa dell’idea di Europa, per analizzare in maniera critica e propositiva il passato, il presente ed il futuro dell’Unione. Da questa riflessione sui valori, sulle opportunità e sull’importanza di essere cittadini europei, gli studenti sono invitati a trarre spunto per una indicazione delle speranze, degli obiettivi e delle scelte che dovrebbero ispirare in futuro l’Unione Europea.
  3. E’ un invito ai giovani a pensare all’Europa come risposta ai loro bisogni e alle loro aspettative facendo comprendere cosa significhi concretamente essere cittadini europei.

La partecipazione al concorso, oltre a contribuire ad un ampliamento dell’offerta formativa in orario curriculare, ha consentito ai nostri allievi di approfondire un tema, quello relativo ai fondatori della U.E., che spesso è poco conosciuto, iniziando proprio dalla data del 9 maggio, giorno in cui viene celebrata la festa dell’Europa: la data è l’anniversario della dichiarazione del Ministro degli Esteri francese Robert Schuman, che nel 1950 espose l’idea di una nuova forma di cooperazione politico-economica per l’Europa. Anche se si cominciò a parlare di un’unione politica ed economica dell’Europa nel 1923, quando il conte austriaco Richard von Coudenhve-Kalergi pubblicò il suo trattato Paneuropa, adottando per la prima volta l’espressione “Unione Europea”. Vent’anni dopo, nel 1941, l’intellettuale Altiero Spinelli, mandato in confino dal regime sull’isola di Ventotene scrisse con altri antifascisti, Ernesto Rossi, Eugenio Colorni, Usula Hirschmann il manifesto clandestino Per un’Europa libera ed unita. In questo senso si auspicava l’avvento di una grande rivoluzione politica che portasse ala fine dello Stato-nazione e alla nascita di un’unità europea. Grazie a questo scritto, noto anche come Manifesto di Ventotene, Altiero Spinelli è oggi riconosciuto come uno dei fondatori dell’Unione Europea.

Prof.ssa Monica Pino

                  

con gli alunni delle classi 1^, 2^ e 3^ sez. C che hanno partecipato al progetto

 

LA SCUOLA MEDIA “C.D. GALLO” IN VISITA ALLA GAZZETTA DEL SUD

Martedì 16 aprile le classi II A e II D della Scuola Secondaria di I grado si sono recate in visita alla Gazzetta del Sud accompagnate dalle docenti Giuseppa Molonia, Nunzia Calarco e Grazia Giannetto. All’arrivo le classi sono state accolte dalla dottoressa Graziella Mastronardo, giornalista della stessa Gazzetta, che ha gentilmente guidato i ragazzi all’interno dei locali, e dal signor Trifirò che li ha introdotti nei saloni della RTP, l’emittente locale che fa capo allo stesso editore del quotidiano e che giornalmente manda in onda il notiziario. La dottoressa Mastronardo ha parlato ai ragazzi della comunicazione, dei diversi modi di comunicare e di proporre le notizie, sia attraverso la televisione che si serve soprattutto delle immagini, sia attraverso il giornale che usa prevalentemente la scrittura. Ha poi spiegato come è fatto un giornale e che esistono vari tipi di giornalisti, dai cronisti che vanno fuori il giornale a cercare la notizia ai desk che in redazione la “confezionano”. Ha concluso il suo intervento sottolineando che la televisione è caratterizzata dall’immediatezza, mentre il giornale riporta le notizie il giorno successivo.  A seguire il signor Trifirò ha dato ai ragazzi delle notizie tecniche riguardo le telecamere e la regia. Ha spiegato che cos’è un palinsesto, cioè la scaletta di tutto ciò che andrà in onda durante i sei telegiornali trasmessi giornalmente, ha evidenziato quanto è importante la pubblicità come sostegno economico per la vita del giornale e quanto la televisione debba dare dei messaggi giusti. Infine ha illustrando un po’ di storia dell’emittente la cui nascita risale al 1976. I ragazzi hanno poi fatto delle domande, chiarendo dubbi o soddisfacendo curiosità, e alcuni di loro si sono cimentati in un simpatico esperimento sui vari modi di proporre la notizia a seconda del mezzo, la carta stampata, la televisione, la radio e internet. Successivamente gli alunni sono stati accolti dal signor Maurizio Novarese che ha fatto visitare loro la redazione, il luogo dove vengono selezionate e preparate le notizie e dove si cura la parte grafica del giornale, e la rotativa dove avviene la realizzazione materiale del giornale. Il signor Novarese ha spiegato che la rotativa è una macchina estremamente veloce in grado di stampare sino a 35.000 copie l’ora e che la stampa inizia a mezzanotte e finisce alle tre di notte.  A conclusione gli alunni hanno visitato il nastro trasportatore dove i giornali, precedentemente impacchettati, vengono trasportati per essere poi distribuiti e venduti.  Alcuni di loro infine, accolti dalla signora Antonella, hanno parlato ai microfoni della radio Antenna dello Stretto, esponendo le loro esperienze scolastiche. La visita alla Gazzetta è stata vissuta con entusiasmo dai ragazzi e, insieme alle tante attività  svolte quest’anno, va ad arricchire ulteriormente la già ampia offerta formativa proposta dalla nostra scuola.

Prof.ssa Grazia Giannetto

ALCUNI MOMENTI DELLA VISITA

       

PREMIAZIONE CONCORSO ROTARY “ LEGALITA’ E CULTURA”

Grande emozione nel nostro Istituto Comprensivo per gli importanti riconoscimenti assegnati alle allieve della Scuola Secondaria di I grado Emanuela Nardi della classe II D e Gloria Bombara della classe III B nell’ambito del Concorso nazionale  “ Legalità e Cultura” indetto dal Rotary Club in occasione della VIII giornata della legalità incentrata sul  tema “ Il rispetto della persona, con l’educazione ai valori e ai sentimenti, come contrasto alla violenza e alla violazione dei diritti umani”. Le due alunne si sono distinte nella sezione temi per aver svolto degli elaborati che sono stati premiati dalla commissione. L’alunna Gloria Bombara ha ottenuto una menzione. L’alunna Emanuela Nardi ha ottenuto il riconoscimento più alto vincendo il primo premio fra tutti gli elaborati pervenuti dalle scuole d’Italia che hanno partecipato al concorso.  La cerimonia di premiazione ha avuto luogo venerdì 29 marzo 2019 a Roma presso l’Aula Magna della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma. Dopo i saluti istituzionali di Patrizia Cardone, governatore del distretto 2080 Rotary international e presidente della commissione interdistrettuale “Legalità e cultura dell’etica”, e del sottosegretario di Stato all’Interno Luigi Gaetti, secondo il programma della giornata, ha avuto inizio il forum che, coordinato dal giornalista RAI Sandro Vannucci, ha registrato gli interventi di importanti personalità. Il primo a prendere la parola è stato il premio Nobel per la pace 2015 Abdelaziz Essid il quale ha parlato del suo Paese, la Tunisia, del difficile periodo della dittatura, della condizione della donna e del terrorismo. Densi di riflessioni gli interventi dello psichiatra Tonino Cantelmi che ha focalizzato l’attenzione sui temi del bullismo, della crudeltà, dell’incapacità di provare emozioni, dell’uso scorretto delle nuove tecnologie, e del generale Luciano Garofano che ha relazionato sul tema della scienza al servizio della legalità. Ha concluso il forum l’onorevole Fausto Bertinotti presidente della Camera dei Deputati dal 2006 al 2008 che si è soffermato sul ruolo dello Stato italiano nell’ambito dell’etica e della legalità.  Al termine del forum sono stati consegnati i premi agli studenti vincitori per le varie sezioni. Il tema di Emanuela Nardi, selezionato dalla Commissione su 900 elaborati giunti da studenti di tutte le scuole d’Italia, è stato scelto, come ha sottolineato la presidente della Commissione Patrizia Cardone, per la profondità di racconto e la competenza testuale, seguendo la logica del merito che ha guidato il giudizio di tutti gli elaborati. Nel suo tema l’alunna ha esaltato il valore dell’educazione, dei sentimenti e del rispetto della persona che rappresentano una rilettura del nostro essere uomini perché, afferma Emanuela, “ solo così riusciremo ad accettare l’altro come risorsa e ricchezza in grado di allargare il nostro piccolo orizzonte”.  Alla fine della cerimonia la presidente ha vivamente ringraziato tutti i docenti per la magnifica opera che compiono ogni giorno preparando i ragazzi alla costruzione del loro futuro.

Il conferimento di questi premi ha un significato importante per la nostra scuola da sempre attenta ai valori dell’etica, dell’educazione e del rispetto della persona intesi come valori fondanti della nostra società.

Prof.ssa Grazia Giannetto

Emanuela Nardi e la Dott.ssa Scimeca – Rotary Club Palermo

  

Emanuela Nardi insieme alla docente Grazia Giannetto

SIMONA ATZORI AL PALACULTURA

Martedì 6 febbraio gli allievi della scuola “Mazzini-Gallo” hanno incontrato la scrittrice “Simona Atzori”.

Nel suo libro “La strada nuova”, lei racconta la propria vita, caratterizzata dal fatto che sia una persona priva delle braccia e usa i piedi al posto delle mani.

Durante l’incontro, noi ragazzi, le abbiamo posto molte domande: ad esempio, un compagno le ha chiesto se la solitudine le provoca paura.

Lei ha risposto di essere una persona fragile, così come tutti e, per questo di non provare paura perché sola, ma anzi di sfruttare al meglio questi momenti.

Poi, ha sottolineato l’importanza dei professori e dei genitori, che per lei, sono stati sempre un punto di riferimento.

In conclusione, la Preside del nostro Istituto ci ha invitato a guardare Simona Atzori come un modello di amore, ma anche di forza e coraggio.

Roberto Emanuele RIZZO    –  Docente  Monica Pino

Classe II^ B – secondaria di I grado

Bianca Bonanno, alunna della classe 2 C, spiega il processo di realizzazione dell’opera.

I.C. "Mazini-Gallo" – Secondaria – SIMONA ATZORI AL PALACULTURAMartedì 6 febbraio gli allievi della scuola “Mazzini-Gallo” hanno incontrato la scrittrice “Simona Atzori”.Nel suo libro “La strada nuova”, lei racconta la propria vita, caratterizzata dal fatto che sia una persona priva delle braccia e usa i piedi al posto delle mani.Durante l’incontro, noi ragazzi, le abbiamo posto molte domande: ad esempio, un compagno le ha chiesto se la solitudine le provoca paura.Lei ha risposto di essere una persona fragile, così come tutti e, per questo di non provare paura perché sola, ma anzi di sfruttare al meglio questi momenti.Poi, ha sottolineato l’importanza dei professori e dei genitori, che per lei, sono stati sempre un punto di riferimento.In conclusione, la Preside del nostro Istituto ci ha invitato a guardare Simona Atzori come un modello di amore, ma anche di forza e coraggio. Roberto Emanuele RIZZO Classe II^ B “Mazzini-Gallo”

Pubblicato da Cinzia Vasta su Lunedì 11 febbraio 2019

 

 

DESCRIZIONE PRODUZIONI MULTIMEDIALI DELLA CLASSE II° C  Scuola Secondaria di I° grado
Il progetto “Io viaggio” è stato presentato agli alunni delle classi 2° C in orario curriculare per essere poi svolto e completato in orario extracurriculare durante le ore laboratoriali.
Esso prevede la progettazione di un viaggio virtuale in uno stato europeo (in questo caso si è pensato alla penisola iberica, considerando che la seconda lingua comunitaria nel corso B è lo spagnolo ed alla regione francese, poiché il corso C prevede lo studio della lingua francese): gli allievi hanno realizzato una produzione utilizzando un software multimediale, che è stato presentato alla classe attraverso l’ausilio del supporto informatico.
Il “viaggio virtuale” è stato pianificato in quattro fasi:
1) Progettazione del viaggio virtuale: presentazione alle classi, formazioni di gruppi di apprendimento cooperativo, discussione in gruppo sulle scelte da attuare in base alle consegne.
2) Organizzazione del lavoro in ciascun gruppo: ricerca della documentazione e selezione dei dati raccolti.
3) Realizzazione di una presentazione del viaggio in formato digitale.
4) Presentazione del prodotto: definizione dei ruoli all’interno del gruppo (chi racconta che cosa) e racconto del viaggio virtuale alla classe, illustrando parte del lavoro multimediale prodotto in lingua francese: un viaggio che inizia analizzando il profilo fisico della regione e prosegue attraverso le notizie sulle città, sui siti di interesse naturalistico, sul patrimonio artistico, sulle attrattive e sulle tradizioni gastronomiche.
D’altro canto, l’ottica nella quale è stato pianificato il progetto avente come tema il viaggio ci rimanda alle Indicazioni nazionali: “(……). Il sistema educativo deve formare cittadini in grado di partecipare consapevolmente alla costruzione di collettività più ampie e composite, siano essere quella nazionale, quella europea, quella mondiale (……)”. Il linguaggio usato nelle Indicazioni riprende molte parole che usiamo abitualmente associate al viaggio: orizzonte, territorio, mondo, cultura, bussola, itinerari. Il viaggio inteso come metafora della crescita del ragazzo, cittadino consapevole del mondo.

Prof.ssa Monica Pino

Cucinotta – Francia

Barbaccia – Corsica

SETTIMANA  DELL’ARTE, DELLA CULTURA,  DEL TURISMO E DELLA SOLIDARIETÀ

CONCORSO LETTERARIO

SPECIALE SCUOLA “AMICI DELLA SAPIENZA” 

2018/2019

Inss. Angela Flocco, Grazia Giannetto, Pino Monica

   

DESCRIZIONE PRODUZIONI MULTIMEDIALI DELLA CLASSE I° C   – A.S. 2018-2019
Nell’ottica del progetto “continuità” relativo all’a.s. 2018/2019 ho assegnato agli alunni della classe 1° C la realizzazione di una produzione multimediale sullo “sviluppo sostenibile” e le tematiche ad esso correlate (biodiversità e specie a rischio di estinzione, inquinamento e riciclaggio dei rifiuti).
La geografia condivide con la storia la progettazione di azioni di salvaguardia e di recupero del “patrimonio naturale”, affinché le generazioni future possano giovarsi di un ambiente sano. Riciclaggio e smaltimento dei rifiuti, lotta all’inquinamento, sviluppo delle tecniche di produzione delle energie rinnovabili, tutela della biodiversità, adattamento al cambiamento climatico sono temi di forte rilevanza geografica, il cui punto di convergenza sfocia nell’educazione al territorio, intesa come esercizio della cittadinanza attiva e nell’educazione all’ambiente ed allo sviluppo sostenibile.
Ritengo sia fondamentale promuovere la sensibilizzazione dei giovani alle tematiche ecologiche, facendo acquisire loro competenze e conoscenze traducibili in nuove capacità comportamentali più consapevoli e responsabili: occorre giungere alla consapevolezza della necessità di modificare gli stili di vita e di consumo, richiamando al senso di responsabilità che può manifestarsi attraverso la realizzazione di azioni di riduzione della propria impronta ecologica.

Prof.ssa Monica Pino

Scandurra – Biodiversita’-2

Casalinuovo – Inquinamento

Leone – Sviluppo sostenibile

“IO VIAGGIO” CLASSE II° B  –  Scuola Secondaria di I° grado  – A.S. 2018-2019

Responsabile del Progetto Prof.ssa Monica Pino con la collaborazione della Prof.ssa Loredana Guerrera

La produzione multimediale, realizzata dagli allievi Ardiri S., Maimone G., Città G., Morabito P. e Morabito G., è stata presentata in occasione del laboratorio linguistico-geografico dell’Open Day del 18/12/2018 e parte di questo lavoro è stato esposto in lingua spagnola, grazie alla collaborazione della prof.ssa Loredana Guerrera.

Io viaggio”, questo è il titolo, prevede la progettazione di un viaggio virtuale in uno stato europeo, la realizzazione di un prodotto utilizzando un software multimediale a scelta degli allievi e la presentazione orale alla classe, con l’ausilio del supporto informatico: in questo caso specifico la scelta della Spagna ci ha permesso di offrire una dimostrazione delle competenze linguistiche possedute.

Gli alunni hanno imparato a discutere, progettare, organizzare, scegliere insieme, mediando tra le diverse personalità, acquisendo o consolidando competenze chiave di consapevolezza culturale, ma anche digitali, linguistiche, sociali e civiche ed, infine, hanno condiviso i momenti del viaggio virtuale, che inizia analizzando il profilo fisico della regione per proseguire attraverso le notizie sulle città, sui siti di interesse naturalistico, sul patrimonio artistico, sulle attrattive e sulle tradizioni gastronomiche.

D’altra parte, così come ha affermato Bruce Chatwin (scrittore e viaggiatore britannico, vissuto nel ‘900, autore di racconti di viaggio): “Il viaggio non soltanto allarga la mente, le dà forma”.

 

Ardiri – Spagna Io viaggio II° B

 “IO VIAGGIO” CLASSE II° C –  Scuola Secondaria di I° grado –  A.S. 2018-2019

Responsabile del Progetto Prof.ssa Monica Pino con la collaborazione della Prof.ssa Maria Luisa Catano

La produzione multimediale, realizzata delle allieve Bonanno Bianca e Micalizzi Linda, è stata presentata in occasione del laboratorio linguistico-geografico dell’Open Day del 18/12/2018 e parte di questo lavoro è stato esposto in lingua francese, grazie alla collaborazione della prof.ssa Maria Luisa Catano.

Io viaggio”, questo è il titolo, prevede la progettazione di un viaggio virtuale in uno stato europeo, la realizzazione di un prodotto utilizzando un software multimediale a scelta degli allievi e la presentazione orale alla classe, con l’ausilio del supporto informatico: in questo caso specifico la scelta di un paese appartenente geograficamente alla regione francese, i Paesi Bassi, ci ha permesso di offrire una dimostrazione delle competenze linguistiche possedute.

Gli alunni hanno imparato a discutere, progettare, organizzare, scegliere insieme, mediando tra le diverse personalità, acquisendo o consolidando competenze chiave di consapevolezza culturale, ma anche digitali, linguistiche, sociali e civiche ed, infine, hanno condiviso i momenti del viaggio virtuale, che inizia analizzando il profilo fisico della regione per proseguire attraverso le notizie sulle città, sui siti di interesse naturalistico, sul patrimonio artistico, sulle attrattive e sulle tradizioni gastronomiche.

D’altra parte, così come ha affermato Bruce Chatwin (scrittore e viaggiatore britannico, vissuto nel ‘900, autore di racconti di viaggio): “Il viaggio non soltanto allarga la mente, le dà forma”.

Bonanno Paesi Bassi Io viaggio II° C

Spettacolo “IL NOSTRO NATALE 2018” presso il Palacultura – Messina – 21 dicembre 2019

 

“Il magico mondo dell’ODP”.

L’ODP (Ospedale dei Pupazzi) è un progetto destinato ai bambini tra i 2 e gli 8 anni e si propone come obiettivo quello di migliorare il loro rapporto con la figura del medico, dell’ambiente ospedaliero e delle pratiche mediche, per superare le paure.

In un’atmosfera giocosa i nostri alunni, comportandosi come dei veri genitori,  si sono recati nei vari ambulatori e reparti appositamente ricreati l’8 marzo 2018 a Piazza Cairoli, per curare i loro peluches assieme ai pupazzologi.

Un’iniziativa talmente lodevole ed importante che non potevamo non esserci!

 

 

 

 

 

 

PROGETTO MISOLIDA ONLUS – ASSOCIAZIONE AGAPE – CLASSE 2 B – SCUOLA SECONDARIA – A.S. 2017-2018

NOI E IL CODING – CLASSE V C – A.S. 2017-2018

CONCORSO “AMBASCIATORI D’EUROPA 2018”  CLASSE V C giudicato come miglior lavoro a livello nazionale

PROGETTO: “DIFFERENZIAMOCI PER IMPARARE A DIFFERENZIARE” A.S. 2017-2018 CLASSE V C